Trasferirsi nelle Filippine per vivere senza tasse (nel 2020)

By Carla Galanti

Si, avete capito bene!

Parliamo di un paese desideratissimo per le vacanze che oggi vi regala un sogno che è realtà: trasferirsi nelle Filippine nel 2020 significa dire addio alle tasse, legalmente. 

Questo per due motivi principali: per il principio di territorialità  (ne ho parlato anche a proposito di  Malesia, Thailandia, Costa Rica e Georgia) in base al quale lo straniero residente che percepisce un reddito estero NON paga tasse nelle Filippine su quel reddito.

Il secondo motivo è lil regime del governo Filippino  sulle residenze per gli stranieri, che consente, alla presenza di certi requisiti (li trovate più avanti), si può risiedere nel paese senza termine, 

So cosa state immaginando... Se a queste leggi fiscali e di residenza molto favorevoli, aggiungiamo un paesaggio fantastico che fa  salire la vostra qualità della vita, il desiderio di trasferirsi nelle Filippine inizia a diventare più pressante e fattibile!

Di seguito un’occhiata al Paese ed ai requisiti necessari per trasferirvi nelle Filippine.

Trasferirsi nelle Filippine

Visitare El Nido è un'esperienza suggestiva - Photo by Ehmir Bautista on Unsplash

Sulle Filippine in generale

La Repubblica Democratica a governo presidenziale delle Filippine, è un arcipelago nel sud-est asiatico con più di 7000 isole, immerse nell'Oceano Pacifico.

Circondata dal medesimo mare delle Filippine, dal Mar Cinese Meridionale e dal Mar di Celebes, i suoi confini con gli altri stati sono tutti marittimi: Taiwan a nord, Giappone a nord-est, Vietnam a ovest, Palau a est ed Indonesia e Malesia a sud.

Nelle Filippine il clima è tropicale-marino: monsone da nord-est (da novembre ad aprile), monsone da sud-ovest (da maggio ad ottobre).

Dal 2018 risulta l'ottavo paese più popolato dell'Asia. E’ anche uno dei paesi del pianeta con un notevole livello di biodiversità. Nelle sue splendide acque vivono oltre 3000 specie di pesci e 800 specie di coralli. Per le persone non è difficile nuotare in compagnia dei delfini e delle balene e ammirare  splendide tartarughe che sembrano disegnate da un artista.

Trasferirsi nelle Filippine per fare snorkeling

L'incantevole fauna marina di Apo Island, Dumaguete - Photo by Dale de Vera on Unsplash

Anche fuori dall’acqua potrai divertirti se ti piace giocare a pallacanestro o ami fare kick-boxing o pugilato. Il clima eternamente estivo consente di praticare questi sport anche all’aria aperta.

Cultura e tradizioni

La cultura e la conservazione dei valori è molto sentita nelle Filippine.

Trasferirsi nelle Filippine vuol dire vivere in un paese che incrocia influenze asiatiche, americane ed europee.

Ad esempio, il valore del rispetto per gli anziani o, per i genitori da parte dei bambini, viene praticato anche con gestualità quotidiane come il “Pagmamano”. Noi occidentali salutiamo con un bacio o un abbraccio, i giapponesi salutano con l’inchino. I filippini salutano poggiando la mano della persona alla loro fronte, come per ricevere una benedizione da quella persona.

Altre caratteristiche della cultura possono riscontrarsi nell’incapacità a dire “no” o nella tendenza ad essere in ritardo. 

L’angolino per i buongustai

Potete tranquillizzarvi: non ci sono grosse delusioni in agguato. Questo perché nel corso dei secoli la cucina filippina ha attraversato una vera e propria evoluzione dalle lontane origini Malayo-Polinesiane.  

Infatti le varie influenze tanto diverse fra loro, dalla ispanica alla asiatica, senza dimenticare la cinese e la americana, hanno tutte contribuito a creare una cucina mista che ben si può adattare alle nostre tradizioni occidentali.

I sapori preferiscono toni forti con predilezione per i gusti speziati, che potete tranquillamente compensare tuffandovi nel sempre presente riso.

Vi siete stressati qualche volta usando le bacchette?

Niente paura, non rientra nelle abitudini dei filippini l’uso delle bacchette. Più popolare è invece il kamayan, cioè mangiare usando le mani.

Una cosa curiosa della cultura filippina è la grande importanza che conferiscono al cibo. Addirittura, se noi siamo abituati a dire “ciao, come stai?” quando incontriamo qualcuno, i filippini adorano salutare chiedendo : “Hai mangiato?” (kumain ka na ba?), e da lí preparatevi perché parte l’invito immediato per uno spuntino. Simpatici vero? 

Internet: consigli per chi è expat per la prima volta

Vorrei attirare la vostra attenzione su un argomento di elevata importanza per noi expat, al pari del risparmio fiscale: "quale zona scegliere per poter lavorare bene con una connessione affidabile e stabile?" 

 Ho letto delle considerazioni su "The Asean Post" in un articolo di fine 2019, dove Opensignal  (compagnia Londinese) parlava  della forte disuguaglianza  di velocità 4G nelle Filippine, a seconda della zona. Addirittura la differenza sarebbe di quasi 3 volte durante la giornata da zona a zona, mentre durante la notte le velocità si allineerebbero fra le diverse zone. 

Il picco massimo di velocità (doppia) sarebbe stato raggiunto dagli utenti situati nella zona Metro-Manila (Nacional Capital Region). La sera la velocità va a diventare lenta in quasi tutte le zone, con l'incremento dell'utilizzo.

Invece la notte, quando il traffico è quasi nullo, le reti di tutte le regioni si equiparano alla velocità di 17 Mbps per il download 4G. In ogni caso Opensignal ha tenuto a precisare nel suo report, che le velocità più basse si sono rilevate a Visayas e Mindanao. Pare che oggi, le velocità sono più elevate del 73% a Manila rispetto a Cebu e Davao.

Francesco Rizzato, l'analista tecnico senior di Opensignal, afferma che la congestione attuale nel paese è una sfida a livello nazionale e sicuramente l'implementazione del 5G, può offrire agli utenti velocità molto più elevate nei periodi più critici di maggior e affluenza.

Conclusione: conviene scegliere bene la vostra zona di residenza prima di trasferirvi nelle Filippine se avete voglia di lavorare senza intoppi sulla connessione. Sembra banale, ma meglio investigare prima di innamorarci di qualche bella postazione.

Trasferirsi a Cebu, Filippine

Mindanao Ave, Cebu City, Philippines - Photo by Fritz Gabriel Carilo on Unsplash

Costo e qualità della vita

Per quanto riguarda il costo e la qualità della vita, in una classifica di 132 postazioni dove il primo posto spetta al paese più caro, abbiamo la Svizzera in pole position, con Singapore in nona postazione e le Filippine in 92ma posizione.

Quindi se teniamo presente che nelle Filippine esiste un costo della vita molto ragionevole ed un paesaggio veramente affascinante, la valutazione è abbastanza positiva. Senza parlare del risparmio fiscale, o anzi, dell'azzeramento fiscale di cui potete beneficiare e di cui trovate notizie fra poco.

Ciò che dico sempre, soprattutto per esperienza, è che il costo della vita è relativo al livello di vita che si vuole tenere.

Non aiuta molto fare confronti di semplice prezzo: ci sono agenzie che dicono bastino 400€ per vivere in un paese straniero! Sono cifre da chiacchiera che lasciano il tempo che trovano, non fatevi incantare: in una stessa città, in qualsiasi parte del mondo, i prezzi sono molto differenti a seconda della densità abitativa o della zona più o meno esclusiva.

Le principali città come Manila, Davao o Cebu sono le più costose, anzi ultimamente è andato quadruplicandosi qui il costo della vita rispetto a quello delle provincie. La vera negatività è che sono abbastanza inquinate e lo smog non dà pace, mascherine permettendo.

Tuttavia, se internet è il vostro pane quotidiano, è chiaro che preferite scegliere pagare qualcosa in più, ma vivere in una città che vi consente di lavorare in santa pace senza interruzioni tecniche!

Trasferirsi a Manila Bay

Visione notturna di Manila Bay, Philippines - Photo by Eugenio Pastoral on Unsplash

Visto, Residenza e Cittadinanza per trasferirsi nelle Filippine

Visto

I possessori di Passaporto Italiano (elettronico, dal 2017), non devono affrontare la trafila del visto, e possono direttamente accedere con un visto turistico gratuito da fare direttamente nelle Filippine, a condizione che il soggiorno sia inferiore a 30 giorni.  Necessario il biglietto di ritorno per l'uscita dal paese che conferma la data pianificata.

Invece, per soggiorni superiori ai 30 giorni, è obbligatorio richiedere l’estensione al “Bureau of Immigration” (Intramuros, Manila), prima della scadenza del visto. Ecco il sito del BOI

Il costo per un mese aggiuntivo è circa 3300 php, equivalente a € 58,35. Se siete in possesso di un visto diplomatico o di servizio ufficiale, potete stare fino a 59 giorni. Se invece volete stare 2 mesi pagherete 7200 php, €127,32. Potete stare fino ad un massimo di 3 anni. Oppure potete fare un visto unico per 6 mesi, spendendo circa € 353,62.

Trovate tutto anche nel sito degli affari esteri “Department of Foreign Affairs” qui.

Controllate sempre per tempo che il vostro passaporto abbia validità residua di almeno 6 mesi dalla data di uscita prevista.

Visti per residenza

Nelle Filippine è stato istituito il Programma SRRV.

E' un visto ideato per i pensionati, ma che di fatto consente agli stranieri che ne rispettano i requisiti, una residenza di 10 anni, al termine della quale si può chiedere la cittadinanza, nel programma stesso la considerano come una residenza a vita.

Con questo visto speciale, le Filippine accolgono nel paese tutti gli stranieri che vogliono costituire nel paese la loro seconda casa. 

Sono previsti anche notevoli privilegi sulle tasse per l'immigrazione,  benefici sull'erogazione delle prestazioni sanitarie (PhilHealth), e vantaggi sui dazi doganali. 

Inoltre il visto SRRV non impedisce di lavorare, studiare o investire nelle Filippine. 

Chi può fare domanda, tipologia e requisiti

Chi può fare domanda

  • Gli stranieri che hanno compiuto 35 anni d'età.
  • Il coniuge legalmente sposato è anch'egli beneficiario (qualificato come "dipendente" del richiedente).
  • I figli (legittimi o legalmente adottati), non devono aver compiuto i 21 anni al momento della domanda.

Le 5 Tipologie SRRV e i rispettivi Requisiti

1. SRRV Smile

Il richiedente (pensionato in buona salute) deve versare un deposito di circa €18.032 in una banca accreditata PRA, abbreviazione di Philippines Retirement Authority, per stranieri e filippini d'oltremare.

2. SRRV Classic

Il richiedente può investire il suo deposito comprando una casa (del valore minimo di circa €45.100) oppure prendendo in affitto a lungo termine una casa.

Ricordiamo che nelle Filippine l’acquisto della casa non comprende il suolo, al pari di come si sta sviluppando in Francia la disciplina sulle proprietà immobiliari.

È prevista una differenziazione sulla somma del deposito in riferimento all'età:

  1. per persone dai 35 ai 49 anni il deposito da effettuare è di €45.100 in una Banca Filippina

  2. compiuti i 50 anni il deposito richiesto è di €18.032 se non si è titolari di pensione; invece se si è titolari di pensione (mensile di circa €721 a persona, mentre per la coppia sono richiesti quasi €902), il deposito da versare è di €9.016.

3. SRRV Human Touch

Istituito per persone di almeno 35 anni che hanno problemi di salute e necessitano di cure cliniche o mediche. Requisiti:

  • Una pensione mensile di almeno €1352

  • Una polizza sanitaria accettata dalle Filippine

  • Un deposito per il visto di circa €9000

4. SRRV Courtesy

Istituito per i cittadini stranieri che sono funzionari in pensione da organizzazioni internazionali riconosciute dal Dipartimento degli Affari Esteri (DFA), che hanno compiuto 50 anni e depositano circa €1350 per il visto.

5. SRRV Expanded Courtesy

Istituito per i cittadini stranieri che hanno compiuto i 50 anni, che sono ufficiali in pensione delle forze armate di paesi stranieri con legami militari esistenti e/o accordi con il governo filippino. È richiesta una pensione mensile di almeno €900 e un deposito per il visto SRR di €1350.

Chi include il deposito?

Il deposito per il visto SRR include il richiedente principale e fino a 2 persone a carico. Ulteriori “dipendenti” del richiedente principale, comportano un deposito supplementare di €13.525,00 ciascuno (ad eccezione degli ex filippini). I figli del richiedente devono essere legittimi o legalmente adottati dal Principal Retiree, non sposati e di età inferiore ai 21 anni al momento dell'adesione al programma.

Benefici della residenza SRRV

Infine, i benefici della residenza SRRV riguardano la facilità di entrata ed uscita dal paese liberamente senza trafile burocratiche. Gli altri vantaggi riguardano esenzioni da tassi doganali o di viaggio. Inoltre la liberazione dalla tassazione sui redditi che provengono dall’estero. Infine sono previste varie assistenze gratuite nelle transazioni con altre agenzie governative e non ultimo, sono usufruibili i vantaggi della PhilHealth sulle prestazioni sanitarie e mediche. 

Potete trovare fonte ufficiale anche qui.

Caldi colori dell'alba nelle Filippine

Sunrise in Cebu, Philippines - Photo by Michael Liao on Unsplash

Cittadinanza nelle Filippine

In assenza di diritti relativi allo jus sanguinis, la residenza permanente può essere richiesta dallo straniero dopo 10 anni di residenza in base al programma SRRV. Il sito ufficiale qui.

Come già saprete, il principio italiano (legge del 1992) della libertà d'acquisizione di una nuova nazionalità, non comporta la perdita dello status di cittadino italiano né del passaporto.

Godersi le Filippine senza pagare le tasse

El Nido, Philippines - Photo by Cris Tagupa on Unsplash

Il Regime Fiscale nelle Filippine

Il divieto di doppia imposizione

Tra Repubblica Italiana e Repubblica delle Filippine vige l'accordo sul divieto di doppia imposizione, stipulato nel 2013 e ratificato con la Legge n.152 del 11/10/2017, G.U. n. 248 del 23-10-2017.

Vantaggi dell'imposizione fiscale nelle Filippine

Come abbiamo accennato all’inizio, noi italiani, e tutti gli stranieri che hanno un reddito estero introdotto nelle Filippine, non paghiamo le tasse su questi redditi, secondo le regole del principio di fiscalità territoriale in vigore nelle Filippine.

Tassazione personale

Il principio regolatore di base è quello “worldwide”, cioè i cittadini residenti sono tassati in base al loro reddito che producono in tutto il mondo, come in Italia.

Le persone fisiche sono soggette ad aliquote progressive da 0% ad un'aliquota fiscale massima è del 35%.

Tassazione società

Una società è considerata residente nelle Filippine quando svolge la propria attività nel territorio. Questo vale anche per le società estere autorizzate a svolgere attività commerciale nelle Filippine: in questo caso la società è chiamata “società straniera residente”.

Il principio regolatore per l’imposizione fiscale alle società filippine è quello worldwide (ne abbiamo parlato qui), quindi la società costituita nel territorio filippino paga le tasse in qualsiasi parte del mondo fatturi. 

Tuttavia, se è vero che la società filippina è tassabile sul suo reddito mondiale, è anche vero che vige il principio di tassazione territoriale per i redditi esteri, i quali, pertanto,  non vengono tassati. Quindi una società estera che esercita attività estera nelle Filippine, sarà tassabile esclusivamente sul reddito originato nelle Filippine.

L'aliquota fiscale dell'imposta sul reddito netto delle società è pari al 30%.

Dal quarto anno l'imponibile può aumentare, tenendo conto che il 30% avrà come base imponibile il reddito netto, l'imposta ordinaria sul reddito societario, a cui si aggiungerà il 2% sul reddito lordo, cioè l' imposta minima sul reddito societario.

L'imposta minima sul reddito societario non è applicabile alle società estere non residenti.

Sono totalmente esonerate da imposta anche le Istituzioni Educative senza scopo di lucro, al pari di tutte le altre attività senza scopo di lucro.

Prezzi di trasferimento

Le Filippine seguono l'OCSE in materia di prezzi di trasferimento. Il principio base è quello della piena concorrenza, come stabilito dagli orientamenti OCSE.

Le Filippine adottano il principio dell' Arm's Length Principle, come standard appropriato per determinare i prezzi di trasferimento.

In base al Revenue Regulations (RR) n. 02-2013 sul Philippines Transfer Pricing Rules, i contribuenti devono preparare una documentazione sui prezzi di trasferimento in modo da dimostrare e documentare che i loro prezzi sono coerenti col principio di piena concorrenza.

Questi documenti sono conservati osservando le procedure e le tempistiche previste dal NIRC, il National Internal Revenue Code. 

CFC rules

Non sono applicabili nelle Filippine.

Imposte sugli immobili

Sono previste con l'applicazione di un'aliquota del 6%, applicata sopra la differenza fra il più alto prezzo lordo di vendita ed il valore equo di mercato.

IVA

L’Iva si applica a tutte le vendite di servizi ed importazioni; alla locazione di beni o proprietà materiali o immateriali. L’aliquota è del 12%.

PhilHealth 

Abbiamo citato il PhilHealth, a proposito dell’esonero spese a favore degli stranieri che ottengono la residenza in base al programma SRRV.

Pertanto gli aumenti del governo previsti dal 2020, non intaccheranno le tasche dei residenti stranieri in base al SRRV.  

Potete conoscere meglio il sistema sanitario in questione leggendo qui.

Social Security System  

Il Social Security System non è altro che il sistema di sicurezza nazionale che si regge in base alla contribuzione dei cittadini.

Nello scorso Aprile 2019 è entrato in vigore nelle Filippine, un nuovo programma di contributi, la cui tabella prevede che l’importo massimo del contributo dovuto, è aumentato a 800PHP per un credito salariale massimo per mese di 20.000 PHP. Potete approfondire se intenderete assumere dipendenti.

Il sistema igienico-sanitario collegato al problema dell'approvvigionamento idrico nelle Filippine

Dal 2009 si è sviluppata la privatizzazione del servizio sanitario, che, oggi,  risulta presente per più della metà dei servizi sanitari.

Nel 2015 il “Joint Monitoring Programme for water supply and sanitation”, per iniziativa del WHO e del UNICEF, ha certificato che già il 74% della popolazione aveva ottenuto accesso ai servizi igienici con un notevole sviluppo delle infrastrutture, assegnando anche alle zone rurali i benefici raggiunti nelle zone urbane.

Nuotare liberamente nelle acque dell'arcipelago Filippino

Niente male una nuotatina a Coron, Palawan, Philippines - Photo by Alana Harris on Unsplash


Perchè scegliere di trasferirsi nelle Filippine?

  • Per il principio di territorialità che consente agli stranieri l'esonero totale dal peso fiscale
  • Per la facilità di ottenere la residenza per 10 anni in base al programma SRRV
  • Per l'ambiente marino affascinante che migliora la qualità della vita e fa sentire sempre un benefico sapore vacanziero
  • Per le influenze culturali così miste, che facilitano le relazioni fra le persone
  •  Per la cucina dai sapori forti e dai colori audaci

Un'immagine di Cebu per rilassarvi durante le vostre scelte.

Trasferirsi a Cebu nelle Filippine

Cebu, Philippines - Photo by Mike Enerio on Unsplash

>