Agosto 20

Cercare di pagare meno tasse è immorale?

0  comments

By Mario Gastaldi


È legittimo e moralmente giusto tentare di pagare meno tasse possibile? 

Che domanda. 

Farla sembra quasi un azzardo… 

Bene. 
Ci sono cose moralmente giuste.
Se io partecipo ad una comunità ed utilizzo dei servizi devo contribuire a pagarli.
Può essere il mio condominio, il mio golf club, o il paese in cui vivo.

Ci sono delle leggi. Dobbiamo rispettare le leggi, anche quelle sulle tasse.

SCARICA GRATIS LE 12 STRATEGIE PER PROTEGGERE LA TUA RICCHEZZA

Odiamo la spam quanto te. Il tuo indirizzo è al sicuro.

Copertina ebook

Durante i decenni passati gli italiani e lo Stato hanno parlato di imposte, evasione fiscale, “del nero”, e del dovere di pagare le tasse.

Il dibattito si è incancrenito: un conflitto sociale intenso e frustrante senza obiettività.

L’amministrazione fiscale cerca disperatamente soldi per pagare il quarto debito del mondo. Nuota con l’acqua sotto le narici. Respira con difficoltà.

Per aiutarsi ha avuto idee astute. Per esempio ti addebita mancanze e minaccia sanzioni senza sapere se le mancanze le hai commesse.

Tu allora devi lavorare per dimostrare che no, non l’hai commessa la mancanza. L’amministrazione non dimostra. Neanche sa.

Tenta. E ti dice che l’hai commessa. E che se vuoi puoi dimostrare che non è vero. O puoi anche pagare.

Perché no. Paga, o mettiti al lavoro per loro.

Il livello di oppressione fiscal-burocratico è arrivato a un punto tale per cui l’Italia è considerata nel mondo un paese economicamente non libero; appena un paese semi-libero.

È al 79mo posto della classifica della Heritage Foundation.

Però, chi ci vive dentro non riesce ad avere un percezione fresca ed obiettiva.

Forse soffre addirittura di un condizionamento psicologico.

Magari giudica immorale anche ciò che è giusto e legittimo.

Magari anche tu ti senti in colpa per qualcosa nel rapporto tra te e lo Stato. E magari non hai colpa di niente.

Guardiamo le cose da fuori

Io sono fuori e mi viene più facile.

Ti dico che, in altri paesi con imposizione fiscale bassa, le persone comuni giudicano immorali gli altri paesi europei che sono talmente fallimentari nella gestione dei denari pubblici che sono costretti a opprimere i propri cittadini.

Altri dicono che la legge non è sempre giusta. Che la legge serve a chi la fa.
Ti dicono che le stesse leggi ti fanno pagare le tasse e poi sprecano lo stesso denaro che hai contribuito.
E ci sono altri che ti dicono che gli stessi parlamentari che producono le leggi, le violano allegramente.

Ok, lo so che sono cose che sappiamo tutti.

Ora un momento di attenzione.

Ci sono cose che non puoi cambiare, e devi accettare.
E ci sono cose che puoi cambiare.

A te tocca capire cosa devi accettare (e silenzio), e cosa invece puoi cambiare.

Nel mondo ci sono 195 paesi

Sei nato in Italia, ma non lo hai deciso tu.

Nessuno di questi paesi sarà un genitore per te.
Però molti ti vogliono.

Hanno norme fiscali e politiche disegnate per attrarre nuovi residenti che vogliono generare ricchezza.

Anche questi stati ti chiederanno di pagare delle imposte.
Si va da 0% a 13%, passando per 9% e 10% con molte combinazioni di tassazione territoriale o tassazione basata sulla residenza.
Il 65% di imposta è un vero incredibile incubo. Dimenticalo.

In tutti i casi le leggi che regolamentano l’imposizione fiscale le ha prodotte il parlamento di uno stato sovrano.

Uno stato che ti tassa al 13% ha la stessa autorità morale del tuo. O magari ne ha di più?

E tu,  puoi decidere di contribuire in un altro paese che non fa sprechi, e dove il denaro viene usato in modo professionale.

Insomma, puoi cambiare paese e puoi farlo per molte ragioni, inclusa la ragione che vuoi pagare meno tasse.

Non è immorale. È giusto e legittimo.

Ripetiamolo insieme 🙂 :

non è immorale cercare di pagare meno tasse e ottenere migliori servizi.

Cambia paese se non sei contento del tuo.

Per decidere dove è meglio espatriare per ridurre la pressione fiscale, puoi consultare la nostra Guida Definitiva all'Espatrio Sicuro, e scaricare gratuitamente la Guida ai Sistemi di Tassazione nel Mondo.

Soprattutto…

ricorda che tu sei una persona libera.
Che hai diritto di scegliere.
E che molti paesi hanno creato politiche per attrarre te.

Molti paesi vogliono offrirti spazi sereni dove tu possa lavorare serenamente e generare nuova ricchezza per te e per la tua famiglia.

Puoi andare nel paese che ti tratta meglio.


Mario Gastaldi

About the author

Mario Gastaldi é il fondatore di expatr.io, speaker, imprenditore e consulente internazionale ha condotto progetti con piccole e grandi imprese in decine di paesi diversi. Ora aiuta imprenditori e persone a cambiare paese riorganizzando il proprio business.
Parla quattro lingue; ha abitato in tutti i cinque continenti sviluppando una profonda conoscenza delle leggi e della società dei tanti paesi con cui entra in contatto..
Ama conoscere usi e costumi, lingue e dialetti locali. Ora che viaggia meno, e vive stabilmente a Città di Panama.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

Iscriviti alla nostra newsletter.

>