Conto corrente all’estero: perché devi aprirne uno oggi stesso

By Mario Gastaldi

Aprire un conto corrente all’estero è perfettamente legale

Ci sono alcune ottime ragioni per aprire un conto corrente all’estero, che tu stia pensando di espatriare oppure no.
Anche se alcuni lo chiamano conto corrente offshore con una connotazione negativa, aprirlo è perfettamente legale.

Aprire un conto corrente all’estero non viola nessuna legge italiana. Puoi utilizzare e depositare i tuoi soldi dove vuoi.

Ovviamente devi essere certo che stai rispettando la normativa fiscale italiana, o del paese in cui hai la residenza fiscale.

E senza dubbio devi anche rispettare la normativa del paese in cui ha sede la banca in cui vuoi aprire un conto corrente e depositare o investire i tuoi risparmi.

Non è legale l’evasione fiscale o il riciclaggio di denaro frutto di attività criminali. Quindi non è legale depositare il denaro frutto di queste attività in una banca. (riciclaggio).
Inoltre, ormai in tutte le giurisdizioni, le banche vorranno conoscere in modo documentato la provenienza dei denari che depositi nel conto, sia quando lo apri, che successivamente all’apertura.

Ovviamente vorranno conoscere il tuo profilo come cliente. Per questo, anche se non a tutti piace, rispettano un insieme di obblighi informativi noto come KYC (Know your client).

Le banche vogliono evitare di avere a che fare non solo con denaro sporco ma anche con persone possibilmente coinvolte in attività illecite.

In molti casi e in molti paesi non è semplice aprire un conto corrente all’estero. In altri casi è possibile che tu faccia errori di valutazione e metta a rischio i tuoi denari.

Fatta questa premessa, aprire un conto all’estero è una seria opportunità ed è un'operazione senza rischi, se hai le informazioni e sai come scegliere.

SCARICA LA GUIDA GRATUITA!

Odiamo la spam quanto te. Il tuo indirizzo è al sicuro.

I tuoi piani futuri

Se stai pensando di espatriare, prima o poi dovrai spostare i tuoi risparmi in un altro paese. 

Dovrai trasferirli per realizzare l’obiettivo di trasferire fuori dall’Italia la tua residenza fiscale. Infatti uno dei requisiti è che il centro dei tuoi interessi si trovi all'estero. Significa che dovrai chiudere i tuoi conti correnti.

Aprire un conto corrente può non essere facile per le ragioni che indico sopra. In generale non è un operazione che completi in pochi minuti.

E importante crearsi opzioni che aumentino la  tua libertà di movimento. Puoi aprirlo per accedere a valute e mercati diversi, oppure per ridurre il rischio paese. Queste da sole sono ottime ragioni.

Se stai lavorando al progetto di cambiare paese, avere un conto in un paese diverso dall'Italia ti offre flessibilità anche se quel paese non sarà il tuo paese di destinazione. 

Avrai in generale maggiori opzioni e libertà di gestire il tuo patrimonio riducendo al minimo i condizionamenti esterni.

Di seguito 5 buone ragioni per aprire un conto corrente all’estero immediatamente.

1. Ti protegge dal rischio di tenere i tuoi soldi nel tuo paese

Anche se poi resterai in Italia, devi sapere che il tuo paese in questo momento ha rapporto deficit/PIL pari al 131.8%. Significa che l’Italia annaspa ed è a rischio di bancarotta.

È già accaduto in altri paesi in situazione finanziaria grave, e nella stessa Italia in passato, che i governi abbiano adottato misure restrittive che hanno penalizzato gravemente ed ingiustamente i risparmiatori. 

Tra le misure più frequenti: prelievi forzosi sui conti correnti, controlli sui capitali, nuove tasse sui depositi, nazionalizzazione dei risparmi pensionistici, o addirittura congelamento dei depositi.

Aprire un conto corrente all’estero in una banca ed in una giurisdizione sicura ti proteggono da eventualità di questo tipo.

Il tuo governo non potrà usare i tuoi risparmi per pagare i suoi errori.

2. Ti apre a sistemi bancari più solidi e rassicuranti

In Italia la garanzia per i risparmiatori arriva solo fino a €100.000.

Se la tua banca fallisce, i saldi dei conti sopra €100.000 non sono protetti. Li perdi.

E per gli importi inferiori a €100.000, il Fondo Interbancario di tutela dei Depositi dispone di 543 milioni di euro.
Il denaro rimborsabile (la somma di tutti i depositi sotto i €100.000) è però pari a 577 miliardi.

Il fondo dispone solo dello 0.09% per proteggere i risparmiatori con saldi inferiori a €100.000.
Se la tua banca fallisce, e tu hai €10.000 nel conto, il fondo ti può restituire 9 euro.

Devi scegliere la tua banca in funzione della sicurezza che ti offre.

Le banche italiane sono considerate poco sicure. Sono realmente poco sicure.

Esistono banche stabili in paesi stabili che neanche utilizzano il denaro dei depositanti per prestiti, o lo utilizzano in misura molto ridotta. Queste banche non rischiano i tuoi risparmi e offrono una garanzia di protezione molto superiore.

3. Ti permette di diversificare le valute in cui tieni i tuoi risparmi

La maggior parte delle banche abituate a servire una clientela internazionale offre tra i vari servizi conti correnti multi valuta.

In concreto anziché tenere tutti i tuoi risparmi in Euro, puoi diversificare in Dollari USA, Sterline Inglesi, Dollari Australiani, o altre valute più solide dell’Euro. Puoi rapidamente spostare da un conto all’altro, o utilizzare conti diversi in valute diverse. Normalmente i tassi di conversione all’interno dei conti multi-valuta sono molto vantaggiosi.

4. Puoi accedere a migliori rendimenti e investimenti

Le banche centrali dei paesi occidentali hanno manipolato i tassi di interesse e li hanno portati ai minimi storici.

Questi tassi di interesse artificialmente bassi trasferiscono ricchezza da chi ha depositi (e non riceve interessi sui propri risparmi) a chi riceve in prestito i denari: i governi.

Le banche di molte giurisdizioni non Europee, offrono tassi di interesse in media più alti, e prodotti di risparmio e investimento molto solidi e innovativi per remunerare i tuoi risparmi ad un livello che in Italia non è possibile. 

La maggior parte delle banche internazionali dove consigliamo di aprire conti offshore offrono ottime soluzioni di investimento. 

Puoi chiedere a noi se vuoi orientamento.

5. Diventi agile e flessibile

Avere un conto corrente all’estero ti offre un’opportunità formidabile di trasferire i tuoi denari in pochi minuti, restando seduto di fronte al computer. 

L’apertura di un conto estero, normalmente richiede alcuni giorni.
Se ascolti brutte notizie che parlano di congelamento o prelievo forzoso e sei bloccato con il tuo vecchio conto Italiano, non hai il tempo di reagire.

Non puoi aprire il tuo nuovo conto all’estero in venti minuti. 

Ma puoi fare un bonifico in 120 secondi.

Creati la via d'uscita e preparati per salvarti dalle decisioni che colpirebbero i tuoi risparmi.

Per questo, senza indugio, dovresti aprire ora il tuo conto corrente all’estero.

E se stai pensando di espatriare, a maggior ragione, aprilo immediatamente.
Contatta uno dei nostri ad Expatr.io per scegliere la banca migliore nel paese più adatto per le tue esigenze.


>