Trasferirsi in Costa Rica: vantaggi fiscali in un paradiso naturale

By Carla Galanti

Trasferirsi in Costa Rica

E’ possibile trasferirsi in un Paese dove scegliere fra 12 microclimi, dai 5 ai 30 gradi, e godere di un sistema fiscale agevolato ?

Sì. La Costa Rica può essere uno di questi. 

Chi vuole trasferirsi in Costa Rica, oltre al clima, trova due attrazioni fondamentali: una in tema di fisco, l'altra in tema di visti.

1.  Il principio di fiscalità territoriale che ti libera dal pagare le tasse


Il principio fiscale di territorialità, consente l’esonero dal pagare le tasse sui redditi non originati in Costa Rica. Anche i redditi da pensione (provenienti per esempio, dall’Italia) godono degli stessi benefici.

SCARICA LA GUIDA GRATUITA!

Odiamo la spam quanto te. Il tuo indirizzo è al sicuro.

2. La possibilità di scegliere fra vari tipi di visto/residenza

Il Governo della Costa Rica prevede diverse tipologie di Residenza. Le abbiamo riassunte per voi in modo facile affinché possiate verificare a colpo d’occhio, se avete i requisiti necessari per ottenerle.

Se non conoscete questo Paese, ma siete curiosi di sapere se potrebbe fare al caso vostro, siete nel posto giusto. 

La bellezza unica della Costa Rica, insieme al regime fiscale molto favorevole per lo straniero, fanno di questo paese una meta meritevole di attenzione per chi vuole espatriare.

Le sue varietà climatiche, l’eco-sostenibilità della sua politica economica e il suo sistema sociale particolarmente accogliente, sono solo alcune delle caratteristiche.

Ricordo sempre che prima di scegliere un Paese specifico, è meglio valutare i diversi schemi di tassazione.

In ogni caso, se avete fretta di pianificare il vostro espatrio sicuro e senza rischi, potete prenotarvi qui.

Inquadriamo il Paese in generale, per poi esaminare i temi della residenza e delle tasse.

Favolose cascate altissime della Costa Rica

Dominical, Savegre

Geografia e clima. Governo. Lingua. Moneta.

La Costa Rica è una Repubblica Presidenziale dell'America centrale con capitale San José. A  Nord guarda il Nicaragua, a est il Mar dei Caraibi e Panama, e a sud-ovest l'Oceano Pacifico.

E’ considerata una delle terre più belle del mondo. Presenta ben 5 siti riconosciuti dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità .

Il Parco Nazionale dell’Amicizia, nella Riserva di Talamanca, con oltre 10.000 tipi di piante, 215 specie di mammiferi, 600 tipi di uccelli e 250 specie di rettili.

Il Parco nazionale dell’Isola di Cocos in mezzo all’Oceano; ed anche l’area protetta di Guanacaste che include i principali habitat di foresta secca  tropicale della Regione.

Infine, nel 2014 sono considerate patrimonio archeologico dell’Unesco anche le “Stone spheres of the Diquis”, impressionanti gigantesche sfere di pietra create dagli indigeni.

E’ il Paese dove la biodiversità regna in un equilibrio perfetto di 12 microclimi.  Clima tropicale e subtropicale con una stagione secca da dicembre ad aprile ed una stagione delle piogge da maggio a novembre. Terra ideale per il turismo d’avventura e l’eco-turismo.

All’italiana, possiamo dire che è un paese con clima estivo quasi in tutto il territorio. In particolare la capitale San José è caratterizzata da una eterna primavera. 

Tuttavia, chi adora la montagna, potrà ammirare il paesaggio da vette che superano i 3.500 metri, con la più alta, Cherro Chirripo’, con ben 3820 metri sul livello del mare. Qui potete godervi anche i -2 gradi.

Gli stranieri che scelgono la Costa Rica per vivere, di solito preferiscono il Central Valley, per accedere facilmente a tutti i servizi di San José, la capitale; oppure optano per le zone turistiche di Tamarindo o le verdi colline sul Lago Arenal.

In certe zone il clima fa risparmiare molto denaro sull’energia elettrica, dato che non è necessario accendere mai l’aria condizionata. 

Trasferirsi in Costa Rica per conoscere bellezze faunistiche

Arenal Volcano, Costa Rica

Governo e politica

La Costa Rica è una democrazia stabile con una popolazione per sua natura molto pacifica. L’attuale governo è progressista. Promuove la cultura e il rispetto dei diritti. È un paese sicuro e stabile, con un basso tasso di criminalità: il safety index 2018 è 43, su 118 Paesi nel mondo. Solo per orientarci, l’indice del Venezuela è 16 e quello dell’Italia è 54.

Infatti il Costa Rica è un luogo ambito soprattutto da pensionati stranieri e da persone sole che cercano serenità e sicurezza.

Il Global Finance riferisce che secondo lo IEP (Institute for Economics and Peace), il Costa Rica è al 40mo posto, vicina all’Italia 38ma. 

Indice Globale del 2018 sulla pacificità dei Paesi

Costa Rica e GPI 2018

Per le sue caratteristiche di Paese sicuro, neutrale e con un sistema bancario molto forte, la Costa Rica è anche chiamata la “Svizzera dell’America Centrale”.

Fu abitata in antichità dalle grandi civilizzazioni precolombiane e venne conquistata intorno al 1500 dalla Spagna, fino alla sua indipendenza proclamata nel 1821, che divenne ufficiale solo qualche decade dopo.

A seguito della guerra civile, nel 1948  fece una scelta politica ed economica forte: decise di abolire l'esercito. Da quel momento investi’ tutti i fondi nello sviluppo dell’istruzione,  dell’assistenza sanitaria e della eco-sostenibilità.

I benèfici effetti sono stati: un aumento del tasso di alfabetizzazione, oggi al 97%; un forte sviluppo delle infrastrutture sanitarie; una situazione politica estremamente stabile che si presenta come una delle migliori espressioni di sviluppo sostenibile.

La politica energetica del Costa Rica è all’avanguardia: consente di produrre quasi il 100% della sua energia da fonti rinnovabili.

L’economista Premio Nobel americano Joseph Stiglitz, ha ribadito recentemente che la Costa Rica è un ottimo esempio di come si possa raggiungere un solido equilibrio armonico fra sviluppo dell’economia e sviluppo dello stato sociale. 

Per Stiglitz questo paese è protagonista di un modello veramente alternativo, al contrario di modelli capitalisti come quello degli Stati Uniti, dove, profondi problemi sociali come disoccupazione, droga e alcool, sviluppano le diseguaglianze sociali.   

Lingua, moneta e global index del 2019

La lingua più diffusa è lo spagnolo, anche se ufficialmente il paese si dichiara multilingue.

La moneta locale è il Colón costaricano che vale all'incirca 0.00142 euro, mentre €1 vale circa 683 Colón costaricani.

Per concludere il panorama generale, ricordiamo che nel 2018 la Costa Rica si è collocata al primo posto nella classifica dei migliori luoghi dove andare in pensione.

Oggi, secondo il Global Retirement Index 2019,  o Índice de Jubilación global anual para 2019, la Costa Rica è solo al secondo posto, per lasciare il primo posto a Panama.

Panoramica visione di uno degli aeroporti in Costa Rica

Atterriamo in Costa Rica

Costo e qualità della vita

Secondo Forbes, fra i Paesi più economici in cui trasferirsi, la Costa Rica occupa il secondo posto nelle previsioni per il 2019.

“The Huffington Post” dice così del Central Valley, la zona scelta da chi non si vuol far mancare niente: "gli affitti partono tranquillamente da 450 euro; il prezzo delle case in vendita parte da 175.000 euro. Per vivere molto comodamente si può spendere dalle 1400 alle 2400 euro circa al mese". 

In Costa Rica, come dappertutto, il costo della vita dipende dal luogo che si sceglie per vivere.  Pertanto, se il vostro obiettivo è risparmiare, nelle  zone turistiche risparmierete molto meno che nelle zone rurali, come accade in qualsiasi paese del mondo.

Se volete avere comodità lussuose, comprare cibo importato o frequentare zone turistiche, molto probabilmente, i costi potrebbero arrivare anche a 2600 euro per una coppia. Al contrario, nelle zone meno sviluppate i costi scendono vertiginosamente.

Molti  servizi costano meno che in Italia, come la benzina che durante questo gennaio 2019 costa €0.90 al litro, o l'abbonamento dei mezzi pubblici che si aggira intorno ai €40 al mese, Il costo di un contratto internet circa €50 al mese. Il taglio dei capelli potrà costare da 4 a 8 euro, la colf fino a 12 euro a giornata (e non all’ora come in Italia!), il giardiniere 3 o 4 euro l’ora ed il cinema circa 4 euro. Niente male, ma ricordiamoci sempre di verificare sia i cambi monetari che i cambiamenti di  tendenza.

Salute e benessere

Per i residenti, la Costa Rica dispone di un ottimo servizio sanitario pubblico nazionale che comprende analisi e prestazioni mediche.

L’igiene è osservata e le urgenze sono garantite. Se invece non siete residenti, la “Caja Costarricense de Seguro Social”, paragonabile al nostro Fondo di previdenza sociale, copre tutto il territorio e assicura prestazioni di buon livello anche agli stranieri. In tutto il territorio è presente la Croce Rossa per i primi soccorsi. 

Le medicine e le farmacie si trovano in generale in tutto il paese e soprattutto nelle zone densamente abitate.

Accanto alle strutture pubbliche sono presenti cliniche di alto livello e centri di salute.

Le persone provenienti dall’Italia non devono sottoporsi ad alcuna vaccinazione obbligatoria.

Opzioni di visto e residenza

Ti invitiamo a leggere il nostro disclaimer.

Il passaporto valido è necessario per ottenere visto e residenza

Visto per turista

Nel settembre 2018 sono state emanate le "Directrices Generales sobre Visas de Ingreso para Personas no Residentes", inserite nella Legge Generale n. 8764 (Ley General de Migración y Extranjería). Vi risparmio la normativa articolata sulla separazione fra 4 gruppi di Paesi. Ciò che interessa qui, è che l'Italia appartiene al primo gruppo di Stati per i quali non è necessario il visto. 

I cittadini Italiani che vogliono entrare in Costa Rica come turisti, non hanno bisogno del visto per entrare nel Paese.  

Possono stare nel Paese per un massimo di 90 giorni, a patto che siano in possesso di un passaporto valido e di un biglietto di uscita dal Paese che abbia la data del volo stabilita entro i 90 giorni dall'ingresso nel Paese. I 90 giorni non sono prorogabili.

Tuttavia, lo straniero che entra con visto turistico, può richiedere la residenza permanente. Dovrà pagare 200,00$ per il cambio di categoria e 50,00$ per la domanda.

Per essere precisi, la legge parla anche di una "demostracion de solvencia economica", in base alla quale si deve dimostrare di avere 100$ per ogni mese di permanenza come turista nel Paese.

Visto per residente

La “ Ley General de Migracion y Extranjera n.8764”, del marzo 2010, disciplina due tipi  residenza: temporanea e permanente.

La residenza temporanea è una autorizzazione relazionata ad una situazione professionale di lavoro.

La residenza permanente permette di vivere nel Paese per un tempo indefinito e con la possibilità di lavorare.

La residenza temporanea

La residenza temporanea può durare da 6  mesi a 2 anni. Al termine dei 2 anni dovete lasciare il Paese, se non avete fatto domanda di rinnovo. Il settore competente a concedere i permessi è la “Direccion General de Migración”.

Ricordo che tutti gli Stati stanno cambiando continuamente le caratteristiche dei visti e dei permessi. Pertanto prima di prendere decisioni sulla scelta del paese nel quale trasferirsi, consiglio di verificare le varie regolamentazioni da fonti aggiornate.

Le categorie

La legge prevede categorie specifiche beneficiarie della residenza temporanea, ne ricordiamo solo qualcuna:

  • Il coniuge di un costaricense. 
  • I religiosi dei culti accreditati presso il Ministerio de Relaciones Exteriores y Culto (il nostro Ministero degli Esteri). 
  • I titolari di imprese con sede in Costa Rica compresi i dirigenti ed il personale tecnico  presente in organico. In questi casi la residenza è estesa al coniuge ed ai figli entro i venticinque anni.

L’investitore

Coloro che investono circa 180.000,00 euro e costituiscono la società in Costa Rica possono diventare residenti temporanei.

Beneficiano della residenza temporanea anche il coniuge dell'investitore (sono compresi tutti i tipi di investimento), i figli minori ed i maggiorenni con handicap. Il coniuge dovrà esibire il certificato di matrimonio per dimostrare il vincolo di coniugio, mentre per i figli la domanda sarà presentata dai genitori stessi. 

Che oggetto può riguardare l'investimento? I beni immobili e mobili registrati, le azioni o valori, i progetti di interesse nazionale, le piantagioni forestali.  Gli aggiornamenti sono rintracciabili nei siti ufficiali del governo.

Ricordo che l'investitore straniero titolare di una residenza temporale in Costa Rica, non può svolgere nessun lavoro manuale o intellettuale remunerato, ex art. 93 del Reglamento de Extranjería.

Altre categorie di beneficiari del visto temporale sono gli scienziati, i professionisti, gli stagisti, i tecnici specializzati, i rentisti e i pensionati.

Le leggi sui visti, sulle residenze e sugli investimenti sono oggetto di modifica continua, pertanto è più sicuro verificarne i requisiti e le caratteristiche presso i siti ufficiali del governo ogni volta che leggete.  

Il pensionato residente

(art.81, L.n.8764, Ley General de Migración y Extranjería).

Il pensionato di un governo o di una società privata, che abbia un reddito vitalizio emesso dall'autorità competente, che ammonta ad almeno €890 (equivalente a $1000), può richiedere la residenza temporanea a condizione che viva nel paese per 4 mesi consecutivi all’anno. La somma indicata vale anche per la coppia di coniugi. In caso di coppia di coniugi, bisogna esibire il certificato di matrimonio tradotto in spagnolo e legalizzato.

I figli infra-venticinquenni e la moglie del pensionato, potranno beneficiare anch'essi della residenza. Nel caso di figlio con incapacità, è necessario esibire certificato medico che, se emesso in Italia, va legalizzato.

Inoltre è prevista un'immaginabile lunga sfilza di documenti, che vi risparmiamo in questa sede. Se volete sapere di più per l'istruzione della pratica, potete contattarci, vi aiuteremo prontamente.

La categoria dei pensionati è fra quelle che può usufruire di una residenza temporanea da 3 mesi a 2 anni. Tuttavia i pensionati possono optare per la residenza permanente in base alla nuova Legge del 2017. Anche per la permanente è richiesto lo stesso requisito: risiedere in Costa Rica per almeno quattro mesi consecutivi all’anno.

Il titolare di una rendita 

(art.82, L.n.8764, “Ley General de Migración y Extranjería)

Il rentista rientra fra le categorie di chi può richiedere la residenza temporanea per 2 anni rinnovabili.

Il requisito specifico richiesto è la dimostrazione del richiedente di percepire, nell'arco almeno di 2 anni, una rendita stabile e permanente che ammonti almeno a circa 2.225,00 euro mensili.

Per dimostrare ciò, dovrà esibire il certificato della Banca comprovante un deposito minimo di circa 52.000,00 euro con un prelievo mensile di circa 2100,00 euro al mese.

(Ricordo che queste cifre in euro non sono immodificabili perché dipendono dal valore del cambio dollaro - euro. Pertanto meglio che facciate i calcoli ogniqualvolta leggete questo articolo.)

Le rendite estere devono essere legalizzate dall'autorità competente del Paese da dove provengono.

I benefici per i familiari sono gli stessi che abbiamo citato sopra. 

Il rentista che vuole beneficiare della qualifica di residente deve vivere in Costa Rica minimo quattro mesi consecutivi all'anno.

La residenza permanente

Il diritto alla residenza permanente sorge in presenza di queste condizioni:

  1. per chi ha vissuto in Costa Rica per 3 anni consecutivi con residenza temporanea.
  2. I consanguinei di un costaricense
  3. I rifugiati politici secondo la Comisión de Visas Restringidas y Refugio
  4. I pensionati secondo la nuova Legge del 2017

Data la severità del governo sulle procedure di immigrazione, il processo per ottenere la residenza in Costa Rica è ancora più sicuro utilizzando il nostro network di professionisti certificati Expatr.io.

Per richiedere la residenza permanente, risiedere nel Paese non è l’unico obbligo. Infatti sono necessari altri certificati in corso di validità come:

  1. Passaporto (con copia di tutte le pagine)
  2. Certificato di nascita legalizzato
  3. Certificato di matrimonio se avete una famiglia a carico
  4. Certificato di buona condotta di tutti i componenti della famiglia, rilasciato dalla polizia

I documenti italiani vanno autenticati e legalizzati dal Console di Costa Rica in Italia e dal Ministero degli Affari Esteri di Costa Rica. I documenti esteri non devono avere una data di emissione eccedente i 6 mesi al momento della domanda.

Assicuratevi in anticipo delle scadenze di ogni certificato. Il governo costaricense è molto severo. Anche i documenti finanziari (che provano redditi, pensioni e conti bancari), devono continuare ad essere validi per almeno 6 mesi dopo la data di emissione del visto. Devono presentarsi scritti in spagnolo.

Il sistema dei visti e delle residenze è un argomento in continuo cambiamento. Pertanto vi consigliamo, ogniqualvolta leggete,  di verificare sui siti ufficiali aggiornati o contattare i nostri esperti specializzati.

Se volete saperne di più su come trasferire la vostra residenza fiscale all’estero, potete seguire i 4 passi collaudati anche sulla nostra pelle.


Opzioni e benefici particolari

La nazione ha sviluppato una serie di opzioni e benefici particolari per le imprese.  

Per chi vuole portare il proprio business all'interno dei confini nazionali, è possibile gestire un'impresa che paghi pochissime tasse o sia del tutto esente da pagamenti verso  lo Stato, grazie a dei programmi particolari come la FTZR, cioè Free Trade Zone Regime free Tax zone,  che consente di pagare pochissime tasse, o addirittura nessuna,  a chi possiede un business la cui sede è all'interno di questa zona di scambio libero. 

Altro beneficio è quello della tassazione territoriale: per chi lavora all'estero o tramite internet è possibile non subire alcuna imposizione fiscale.

Risparmiare sulla vostra imposizione fiscale è possibile. Leggete sui diversi schemi di tassazione.


Opportunità di affari e investimento

Il Costa Rica ha sviluppato un interessante programma di incentivi nei confronti di chi voglia investire nel paese.

Tramite il Ministero degli Esteri e CINDE (organizzazione extra governativa che si occupa di favorire gli investimenti nel paese),  si viene a conoscenza delle numerose possibilità esistenti per chi vuole aprire un'azienda in Costa Rica.

Tra le opportunità più interessanti, la Free Trade Zone Regime (Zona a regime finanziario Libero).  In questa particolare zona è possibile, per alcuni settori, disporre di significative agevolazioni: tra queste, a seconda che l'azienda sia sita all'interno o all'esterno delle Zona Industriale o Greater Metropolitan Area (GMA), la possibilità di avere un esenzione del 100% sulle tasse fino  a 12 anni.

Se volete acquisire altri elementi di valutazione per cogliere le occasioni per voi, possiamo mettervi in contatto col nostro network internazionale di professionisti.


Imposte e tasse

In Costa Rica, il principio fiscale regolatore è quello della tassazione territoriale. I redditi generati al di fuori del paese sono esenti da tasse: ad esempio, se lavorate online e generate il vostro fatturato fuori dal Costa Rica non dovete pagare tasse nel paese.

Se avete urgenza di programmare come e dove espatriare secondo le vostre specifiche esigenze potete prenotarvi qui.

Quindi, in Costarica, è oggetto di tassazione, cioè considerato reddito imponibile, solo quello prodotto entro i confini del territorio.

Per  le persone fisiche vanno dal 1o% al 25%  in proporzione al reddito.

Anche le imprese sono regolate dal  principio di territorialità fiscale: sono tassabili solo le imprese che svolgono attività industriale, agricola o commerciale dentro il territorio.

Le aliquote si aggirano per scaglioni dal 10 al 30%, a meno che  la vostra azienda faccia parte di un territorio soggetto al regime di tassazione libero. In questo caso, la vostra azienda quindi, potrebbe essere totalmente esente da tasse.

L’ imposta generale sulle vendite di beni e servizi, oggi è del 13%, e non copre automaticamente tutti i prodotti e servizi.

Sono inoltre previste esenzioni a scaglioni su base annua, fino al 50%, per le microimprese e per le piccole imprese registrate presso il MEIC (Ministero Economia Industria Commercio) o presso il MAG (Ministero Agricoltura Allevamento).

Tenete presente che in  questo periodo di inizio 2019 le leggi fiscali in Costa Rica stanno cambiando e la legge sul rafforzamento delle finanze pubbliche entrerà in vigore a luglio 2019. Riserviamoci di vedere ciò che prescriverà il legislatore.

Si passerà, fra le altre cose, da un’imposta generale come oggi prevista, ad una imposta sul valore aggiunto, IVA. La riforma del 2019 prevede una tassa del 4% sui biglietti aerei e sui servizi sanitari. Mentre quella applicabile ai prodotti medici sarà del 2%. Anche premi assicurativi e prodotti universitari diventeranno tassabili al 2%.

È importante sottolineare che il paese è uno dei pochi che applica delle multe o comunque delle tasse nei confronti di chi inquina: ad esempio è presente una tassa nei confronti di chi dovesse inquinare  le acque con i propri scarichi.

Riforma fiscale 2019 e adeguamento per le imprese

La nuova legge sul rafforzamento delle finanze pubbliche entrerà in vigore dal 1 Luglio 2019.

Lo scopo principale è quello di aumentare le entrate e migliorare la gestione dei costi pubblici. Oltre l’introduzione dell’IVA, sono previste nuove imposte sul reddito e nuove responsabilità fiscali. 

Le normative mercantili e bancarie  combinate coi servizi di alto livello, fanno del Costa Rica un Paese di indiscutibile interesse per imprenditori e società.

Per voi che volete aprire un Business in Costa Rica o lo avete già attivo, è importante capire come mantenere il vostro Business in modo conforme alle nuove normative in cambiamento. Il nostro Team Internazionale di Expatr.io potrà indirizzarvi verso ciò che volete raggiungere.

Perché trasferirsi in Costa Rica?

Sport, Sole, Natura in Costa Rica

Vivere in Costa Rica fra Sport e Benessere

Come abbiamo visto la Costa Rica è un paese ricco di opportunità e di benefici per chiunque voglia trasferirsi. Riassumiamo i principali:

  • Clima tropicale arricchito dal beneficio dei microclimi con temperature anche molto basse
  • Uno dei paesi più felici al mondo secondo l’Happy Planet Index
  • Paese con uno dei più alti standard di vita incontrati in America Centrale
  • Assistenza sanitaria e sistema pensionistico eccellenti
  • Internet ad alta velocità anche in zone remote, buona copertura per i cellulari, in certe zone anche 4G”
  • Paese dove beneficiare dell’acqua potabile dal rubinetto
  • Grande sviluppo economico dove è possibile avere un'azienda che non paga nessun tipo di tasse
  • Alto risparmio economico in base alla scelta mirata dei luoghi per vivere
  • Paese che ha deciso di fare proprie battaglie importanti come quella nei confronti dell'ambiente e della demilitarizzazione.

Auguriamo a tutti le migliori scelte e vi ricordo che potete sempre ricevere da noi un intervento di analisi pre-espatrio gratuito!



>