Scegli la tua nuova residenza fiscale e risparmia sulle tasse

By Mario Gastaldi

Se ci segui, probabilmente vuoi trasferire la tua residenza fiscale personale in un altro Paese.

Può darsi che tu abbia già qualche idea, o forse ti trovi proprio all’inizio della tua ricerca.

La tua residenza fiscale è la prima e la più importante delle bandiere internazionali che puoi piantare per diversificare la tua vita ed evitare di essere proprietà del tuo Paese, o di un solo Paese.

Oggi iniziamo con un primo orientamento che ti servirà per conoscere le tipologie di Paesi più interessanti per la tua nuova residenza fiscale.

Ti ricordo di leggere il nostro disclaimer

Prima di fare scelte importanti assicurati di consultare dei professionisti iscritti agli albi dei diversi Paesi che stai considerando: nel tuo caso l’Italia e gli altri Paesi stranieri dove pensi di andare a prendere la residenza.

Se ti facilita, puoi utilizzare il nostro network internazionale di avvocati e fiscalisti.

Ora riepiloghiamo alcuni punti.

  1. Hai già avuto la possibilità di imparare come devi procedere per trasferire la tua residenza fiscale e fare in modo che non sia più in Italia.
  2. I Paesi con tassazione bassa sono tanto etici e moralmente autorevoli quanto il tuo. Ogni Paese decide le sue leggi. Ogni Paese decide come spendere le sue risorse e a quale livello porre la tassazione per coprire la spesa pubblica. 
  3. Se pensi di viaggiare continuamente per non avere la residenza fiscale da nessuna parte, sei in errore. 
  4. I cittadini italiani devono seguire un percorso specifico e soddisfare alcuni requisiti per trasferire la propria residenza fiscale. Parte di questo percorso consiste esattamente nell’acquisire la residenza fiscale in un altro Paese.

Quindi se sei nomade e cambi Paese più volte all'anno, senza creare i necessari legami, resti fiscalmente residente in Italia.

Se vuoi essere nomade a lungo termine, in certi casi (non è detto che sia il tuo), può essere una buona idea trasferire la residenza fiscale in un altro Paese adeguato che non imponga troppi vincoli di soggiorno nel Paese stesso. Dopo, forse, sarà possibile diventare nomadi mantenendo la residenza fiscale in questo Paese.

Ovviamente hai bisogno dell’aiuto di professionisti fiscali e di avvocati specializzati in immigrazione, per verificare il tuo caso specifico.

Fatta questa premessa, ci sono Paesi nei quali puoi acquisire e conservare la residenza fiscale anche passandoci poco tempo e godendo di enormi vantaggi.

Spesso capita che il Paese dove hai la residenza fiscale sia quello dove vivi, almeno per la maggior parte del tempo. 

Se questo è il caso, dovrai scegliere il tuo nuovo Paese in modo che riunisca varie qualità. Deve essere un Paese in cui ti piace vivere e che ti offra una residenza fiscale di qualità, ad alto risparmio.

Nella nostra Guida ai Sistemi di Tassazione nel Mondo trovi i dettagli e numerosi esempi.

Qui voglio darti alcune indicazioni di massima sui Paesi che dovresti scegliere.

SCARICA LA GUIDA GRATUITA!

Odiamo la spam quanto te. Il tuo indirizzo è al sicuro.

Paesi con schemi di tassazione basati sulla residenza

Questi Paesi tassano il reddito dei residenti ovunque sia prodotto nel mondo. Però molti tra questi hanno una tassazione molto bassa, o non hanno CFC Rules. Significa che non sottopongono a tassazione i redditi prodotti dalle società estere (anche chiamate società offshore). 

Altri invece hanno nel loro ordinamento le CFC Rules e sottopongono a tassazione i profitti generati proprio attraverso le società estere. Questi ultimi sono residenze fiscali di scarsa qualità, da evitare.

Paesi con tassazione territoriale

L’ordinamento di questi Paesi è piuttosto semplice. Prevede che i redditi prodotti all’estero dal residente non vengano sottoposti a tassazione. Ancora meno sono sottoposti a tassazione i redditi prodotti attraverso società estere.

Paesi Non Dom

Si tratta di Paesi, di ordinamento anglosassone, in cui la residenza ed il domicilio sono separati con chiarezza. Chi è residente ma ha il domicilio all’estero, non vedrà assoggettato a tassazione il reddito prodotto all’estero, a condizione che non venga portato nel Paese di residenza.

Paesi con schemi speciali di tassazione

Molti Paesi approvano schemi di tassazione, residenza e investimento, progettati per attrarre imprenditori e pensionati. Ce ne sono varie tipologie, e alcune di queste sono molto attraenti.

Nella guida che puoi scaricare qui, troverai liste di esempi concreti che rientrano nelle varie categorie di Paesi attraenti.

Ovviamente la tua scelta dipende da circostanze molto specifiche della tua vita, di quella della tua famiglia e del tuo business. Però possiamo individuare alcune opzioni, all’interno del nostro schema delle bandiere.

Se configuri in modo adeguato la struttura giuridica del tuo business, puoi gestire un’attività di servizi o un business online che produce fatturato in Paesi diversi da quello dove sei residente.

Naturalmente, in questo post ti do solo una visione generale. 

Per avere un orientamento più specifico puoi:

  1. scaricare la guida per conoscere quali sono i Paesi di cui abbiamo parlato;
  2. consultare consulenti fiscali di tua assoluta fiducia, iscritti agli albi dei loro Paesi;
  3. fare domanda per una consulenza gratuita e avere indicazioni specifiche, a misura della tua situazione, incluso l'accesso ai consulenti abilitati che fanno parte del nostro network internazionale.

E se hai domande generali, o non sai bene cosa fare, mettiti pure in contatto con noi.


Photo credits: nattanan23StockSnapAlexas_Fotos

>