Dicembre 13

Tre paesi dell’America Latina per lasciare l’Europa

By Mario Gastaldi


Sono sempre di più le persone che ci chiedono di lasciare l’Europa per una serie di ragioni: il clima, la burocrazia e i controlli, il fisco, la guerra, la paura di restare senza energia… in tutti i sensi.

Questi timori possono essere fondati per alcuni e per altri no.

Oggi vorrei davvero andare incontro alle esigenze di chi chiede di lasciare l’Europa e offrire alcuni stimoli anche a chi non lo aveva ancora pensato.

Le opportunità non mancano.

I Paesi dell’America Latina

Con località attraenti, fiscalità meno stringenti e possibilità di ottenere la residenza con una discreta facilità, diversi paesi dell’America Latina possono essere la soluzione perfetta per cambiare continente.

Oggi ve ne presento tre, con una considerazione.

In molti casi le leggi differiscono in qualche misura dalle pratiche che vengono seguite nella realtà.

Talvolta ci sono delle prassi operative consolidate, parzialmente diverse dalla lettera della legge.

In altri casi i funzionari ministeriali hanno ampio spazio discrezionale, oppure creano spazio discrezionale perché dicono (magari con ragione) che la legge cambierà comunque molto presto.

Per ovviare a questo tipo di problemi utilizziamo i nostri studi legali e commerciali nelle diverse capitali. E anche a voi raccomando di farvi seguire in modo esperto e professionale per evitare esperienze molto negative.

E veniamo alle tre opportunità di oggi.

Panama

Accordo Panama-Italia.

Vivere a Panama resta per gli Italiani una soluzione molto positiva.

Finché resta in vigore l’accordo Panama-Italia, per gli Italiani è possibile acquisire la residenza permanente (senza scadenza) semplicemente versando $5.000 in un conto corrente bancario, presentando i propri documenti, e costituendo una società.

La società può essere usata per delle attività di business locali o estere.

Peraltro, in caso di attività non locali, per esempio business digitali, il nostro suggerimento è usare entità legali costituite in altre giurisdizioni più agili nella gestione.

Una volta acquisita la residenza in forma permanente, dopo circa quattro mesi dall’avvio della pratica, la società Panamense potrà essere mantenuta in vita, se serve, o semplicemente dissolta.

Questo accordo rende Panama uno dei paesi dell’America Latina dove ottenere la residenza in maniera più semplice.

Restano però incertezze riguardo al futuro dell’Accordo Panama-Italia.

Panama offriva le stesse condizioni di vantaggio ai cittadini di circa 40 “Paesi Amici”, (paesi Europei, Nordamerica, e alcuni altri).

L’accesso alla residenza permanente era praticamente uguale a quello disponibile per gli Italiani. Però, da circa un anno i cittadini dei “Paesi Amici” si trovano di fronte un altro requisito per trasferirsi a Panama: devono fare un investimento di almeno $200.000.

Non sappiamo fino a quando resterà in piedi l’accordo tra Italia e Panama nella sua attuale forma, ma visto che il governo Italiano non è entusiasta, e il governo Panamense vuole creare delle barriere di accesso, è possibile che presto anche per gli Italiani sarà necessario fare l’investimento di $200.000.

Per approfondimenti, ho un video riguardo a questo argomento disponibile cliccando qui.

Visto per Pensionati

I pensionati possono accedere alla residenza permanente a Panama semplicemente dimostrando di avere una pensione pubblica, vitalizia di almeno $1.000 al mese. Il procedimento è molto semplice.

E Panama offre un programma di sconti molto vantaggiosi ai residenti, pensionati e non pensionati, che superino i 55 anni (donne) e i 60 anni (uomini).

Passaporto e Cittadinanza.

É possibile richiedere il passaporto dopo 5 anni dall’ottenimento della residenza permanente.

La pratica ha un tempo dai 5 ai 12 mesi, a seconda dell’avvocato che la segue.

Acquisendo la cittadinanza di Panama è necessario promettere di rinunciare ad altre cittadinanze di cui si sia in possesso. Nella realtà, molti Italiani “non mantengono la promessa” e conservano due cittadinanze – due passaporti.

Nicaragua

Il Nicaragua è un altro paese dell’America Latina che offre bellezze naturali e opportunità d’investimento immobiliare ad alto rendimento tipiche dei paesi che hanno ancora davanti a sé una parte importante del loro percorso di sviluppo.

Vivere in Nicaragua comporta un costo della vita davvero molto ridotto, in un modo che ormai è difficile trovare nel mondo.

Spiaggia paradisiaca in Nicaragua, paese dell'America Latina

Per esempio è possibile avere una persona di servizio in casa, a tempo pieno, per circa $200/mese o affittare una casa indipendente con tre stanze, ampia zona giorno, e giardino per $600.

Ci sono tre modi di ottenere la residenza in Nicaragua.

Residenza Pensionati.

I Pensionati con vitalizio erogato da ente pubblico con almeno $600 al mese possono richiedere la residenza in modo molto agevole.

Residenza Rentista.

Esiste la possibilità di avere una residenza per i Rentista. Si tratta di persone con risorse che generano entrate di almeno $750 al mese. Si tratta tipicamente di rendimento da immobili, oppure dividendi o interessi da investimento finanziario.

Residenza per Investitori.

Infine il Nicaragua offre una residenza per investitori. Il requisito consiste in un investimento in un business che genera posti di lavoro, oppure un investimento in terreni. L’importo minimo dell’investimento è di $30.000, molto accessibile.

Anche in Nicaragua è possibile chiedere il passaporto. Il processo di naturalizzazione può però essere lungo e pieno di ostacoli burocratici se non c’è l’appoggio professionale adeguato.

Perù

Il Perù è un paese meraviglioso, grande, e pieno di attrazioni. Vivere in Perù offre anche molta possibilità di scelta.

Ha montagne oltre i 6000 metri, spiagge e onde per il surf nel Pacifico.

Si può vivere al mare o in montagna in città grandi e piccole, ricche di arte e storia.

Residenza per Investitori.

Esiste la possibilità di investire in un business con un investimento a partire da $30.000. Peraltro è necessario creare almeno 5 posti di lavoro e presentare un business plan solido e credibile. Nei fatti, perché la richiesta abbia successo, è necessario investire cifre più alte, ma l’opportunità è concreta.

Residenza per il Rentista

Come in molti paesi dell’America Latina esiste anche in Perù il visto per Rentista.

Per accedervi è necessario documentare entrate mensili di almeno $1.000 al mese. Si tratta di entrate che possono essere originate da investimenti, affitto di proprietà. Non si deve trattare di un reddito originato da lavoro o impresa, anche digitale.

Residenza per il Pensionato.

Il pensionato può accedere alla residenza e trasferirsi in Perù con un reddito mensile di almeno $1.000. In questo caso il reddito deve provenire da una pensione pubblica vitalizia.

Questi visti sono rilasciati per un anno, rinnovabili. Al raggiungimento dei tre anni è possibile chiedere la residenza permanente.

Altre Giurisdizioni.

Ci sono altri paesi di cui vorrei parlarti, ma li lascio a una futura occasione per non assalirti con una quantità d’informazioni eccessiva.

Ti anticipo quelli di cui parleremo. Alcuni davvero attraenti.

Costarica, Hondura, Paraguay, Ecuador, Messico, Colombia, Argentina, Cile, Brasile.

E ovviamente molti altri in Asia, Africa ed Europa.

C’è qualche paese che ti interessa di più?

Iscrivendoti alla nostra newsletter gratuita riceverai aggiornamenti settimanali e avrai accesso anticipato ad articoli come questo.

Inoltre stiamo lasciando fuori da questo report di oggi, la descrizione della fiscalità di questi paesi. Parleremo a fondo anche di questo in una o più occasioni future. Tra i paesi dell’America Latina ci sono alcune delle giurisdizioni con il fisco più attraente del mondo.

Grazie per aver seguito fino alla fine e ci vediamo al prossimo articolo.

Mario Gastaldi

About the author

Mario Gastaldi é il fondatore di expatr.io, speaker, imprenditore e consulente internazionale ha condotto progetti con piccole e grandi imprese in decine di paesi diversi. Ora aiuta imprenditori e persone a cambiare paese riorganizzando il proprio business.
Parla quattro lingue; ha abitato in tutti i cinque continenti sviluppando una profonda conoscenza delle leggi e della società dei tanti paesi con cui entra in contatto..
Ama conoscere usi e costumi, lingue e dialetti locali. Ora che viaggia meno, e vive stabilmente a Città di Panama.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

Iscriviti alla nostra newsletter.

>