Gennaio 6

4 Nuovi Visti per Nomadi Digitali in America Latina

By Carla Galanti


Lavorare da un paese esotico?

Si, oggi è facile. I paesi di qualsiasi parte del mondo favoriscono questa possibilità e sempre di più si attrezzano per concepire i migliori visti per nomadi digitali.

Ti faccio subito una confidenza: se vivessi in Europa, coglierei al volo l’opportunità di poter lavorare da qualche luogo esotico lontano.

Perchè non approfittare dato che, pare, viviamo una volta sola?

Mi farebbe gola uno dei visti per nomadi digitali appena sfornato dall’America Latina. Cosa trovare di meglio per lavorare produttivamente, se non un clima molto piacevole abbinato a un ambiente sociale multietnico che, soprattutto a noi italiani, ci accoglie con tanta simpatia?

Dopo il lockdown tutti i paesi stanno ormai facendo a gara per attrarre imprenditori digitali e lavoratori da remoto. Ma recentemente in America Latina è scoppiata una vera e propria competizione tra paesi per lanciare il migliore visto per Nomadi Digitali.

Ormai è convinzione radicata che lavorare comodamente in un luogo da sogno non è più privilegio di pochi. Al contrario è un must garantire il benessere durante il lavoro, benessere raggiungibile anche in virtù del lavoro da remoto.

Lavorare da un bohío guardando il mare non è più un sogno, ma una realtà per tutti. Ciò non è un inno alla superficialità, anzi al contrario! E non si tratta solo d’inseguire solamente la propria libertà geografica o fiscale.

Per potersi conquistare una bella vita produttiva da un luogo considerato comunemente di vacanza (chiamato anche paradise working), bisogna prima costruirsi una competenza professionale che garantisca la propria autonomia finanziaria per poter gestire senza stress la propria vita, in tutti i suoi aspetti.

Ma la costruzione della propria autonomia professionale è un argomento molto complesso che merita approfondimento in altra sede.

Per questi, e altri motivi, ti parlo oggi di 4 nuovi visti per Nomadi Digitali in America Latina (citati anche con la sigla DNV, Digital Nomad Visa).

 

In America Latina esplodono i Visti per Nomadi Digitali

Già dal 2021 il Costa Rica ha manifestato forte interesse a concepire DNV. Nel gennaio 2022 è partito il Brasile col suo primo DNV ufficiale; in aprile l’Argentina, e in Agosto anche la Colombia. 

In attesa dell’uscita di prossimi visti in questa parte del mondo, indico qui sotto qualche nota d’orientamento e differenziazione tra un visto e l’altro. Tieni presente che per avere un visto per nomadi digitali solitamente si devono possedere di base 4 requisiti:

1. il reddito estero (il cui minimum cambia secondo la giurisdizione)

2. l’assicurazione sanitaria che copra tutto il periodo di permanenza

3. l’assenza di precedenti penali

4. il passaporto in corso di validità

Il computer è il centro della vita del nomade digitale
Gli strumenti del nomade digitale

Visto per Nomadi Digitali in Colombia

Sono frequenti tre motivi per cui ai Nomadi Digitali piace esplorare la Colombia:

  1. Connessione Wi-Fi affidabile
  2. Costo della vita accessibile
  3. Stile di vita adattabile a tutte le esigenze

Questo recentissimo DNV colombiano ha la novità che puoi vivere nel territorio per 2 anni, mentre gli altri DNV prevedono un periodo minore.

Il reddito mensile minimo necessario è di circa 800$.

Puoi andare solamente da solo? No! puoi portare anche le persone che hai a carico.

Non conosci la Colombia e non sai che città scegliere?

So che Bogotà non annoia, ma è più gettonata Medellin, dove sono stata e posso confermare che è veramente piacevole e verdeggiante.

Anche se, in vena di confidenze, io opterei per le città sul mare caraibico come Cartagena, Barranquilla o la coloniale Santa Marta.

Con questo DNV oltre a poter stare in Colombia per ben 2 anni, trovi un’altra possibilità rispetto agli altri DNV: puoi avviare un’attività tecnologica digitale nel territorio.

Infine, l’organo competente per la domanda è il Ministero degli Affari Esteri che risponde in 30 giorni circa.

 

Visto per Nomadi Digitali in Brasile

Se opti per il Brasile, puoi condannarti a vivere vicino alle immense spiagge oppure nelle attraenti e caotiche città allestite alla perfezione per il coworking con Wi-Fi gratuito.

Puoi restare un anno, e puoi chiedere il rinnovo. Ma non puoi lavorare per un’azienda nel territorio (al contrario di quanto permesso in Colombia).

Devi fatturare al mese $1500, o in alternativa dimostrare d’avere $18.000 in banca all’invio della domanda. La domanda puoi inviarla online e presso consolato brasiliano sosterrai un breve colloquio in persona. L’approvazione arriverà in circa 4 settimane.

Visto per Nomadi Digitali in Argentina

Anche l’Argentina ha varato una politica per attrarre lavoratori da remoto col suo nuovo visto per nomadi digitali.

Vivrai in un clima basato sul binomio formato da tango appassionato e italianità, dove il profondo senso di socievolezza degli argentini ha visto svilupparsi la filosofia del coworking  molto in fretta.

Puoi stare nel territorio per 6 mesi, e puoi chiedere il rinnovo solo per una volta.

Il requisito reddituale mensile si riferisce a una rendita per la quale non è necessario lavorare (es.: reddito da affitto di un immobile). Il quantum minimo mensile richiesto è di 1500$.

L’Argentina si sta impegnando per la costruzione di una rete d’accoglienza tra alloggi, voli interni e connessioni a internet per agevolare economicamente e logisticamente il soggiorno dei Nomadi Digitali.

Visto per Nomadi Digitali in Costa Rica

Certo, non poteva mancare il conosciutissimo Costarica dove puoi richiedere il visto per Nomadi Digitali già da turista, recandoti alla DGME (la Direzione Generale per l’Immigrazione). Potrebbero richiederti la traduzione apostillata dei documenti.

Il visto dura un anno, e nei 12 mesi hai l’esenzione completa dalle tasse.

Il reddito mensile minimo richiesto è di 3000$ se sei single, mentre di $5000 per una famiglia.

La giurisdizione del Costarica sancisce il divieto di lavorare nel territorio ed è ammessa solo la retribuzione proveniente dall’estero.

Tutti i visti citati sono di recentissima costituzione e potrebbero subire modifiche nel breve periodo.

Buona Vita a te in America Latina!

Carla Galanti

About the author

Expat da più di 10 anni con un'attrazione forte, sin da piccola, per la scoperta di luoghi inesplorati. Amica fedele e naturalmente di buon umore, sono sportiva anche quando dormo. Nasco a Cagliari dove mi laureo in legge e pratico la professione forense . Presto mi occupo di sviluppo delle organizzazioni e delle persone. Vivo molti anni a Milano da dove parto con Mario per lasciare l’Italia. Viviamo, come residenti fiscali, per lungo tempo in 3 paesi completamente differenti tra loro: Mauritius, Malesia e, da 5 anni, Panama. Attivare e gestire un espatrio sicuro è diventato da subito il mio appassionante lavoro principale. La mia esperienza come expat unita alla mia competenza in diritto migratorio e fiscale, mi hanno consentito di aiutare molte persone ad espatriare con successo.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

Iscriviti alla nostra newsletter.

>