Inflazione, Deflazione, e dove vanno i tuoi soldi

By Mario Gastaldi

La preoccupazione più grande che ha una persona che investe e in generale produce redditi, riguarda le tasse.

Nei paesi europei, in Italia soprattutto, conoscete bene le tasse.

C'è un altro fenomeno in corso da oltre dieci anni, un fenomeno alimentato dalle banche centrali.

Alla fine dell'articolo parliamo di cosa fare per difendersi.

Inflazione degli attivi Finanziari

Le banche centrali stanno gonfiando la base monetaria in misura pari a circa il 21.9% all'anno negli ultimi 11 anni.

Normalmente questa circostanza dovrebbe produrre inflazione nei prezzi al consumo. Ma in realtà questa inflazione nei prezzi dei beni quotidiani non si è vista. Non ancora.

Come mai? Perché le banche centrali, immettono i soldi che stampano, nel "libero mercato" e comprano attivi finanziari, particolarmente titoli del debito pubblico (Quantitative Easing).

Il problema è che questo denaro arriva nelle mani di chi già detiene attivi. Invece non arriva nelle mani delle classi media e meno abbiente, se non gocce.

Quindi, nei fatti la percentuale maggiore della popolazione non beneficia di alcuna nuova ricchezza.

Attenzione che quando parliamo della popolazione ricca, parliamo più o meno dell'1% più ricco. Non parliamo delle persone che sono proprietari della casa dove vivono, e della seconda casa in montagna o hanno risparmi di €400.000 o €500.000 o anche €1.000.000. Questi sono la classe media.

L'immissione di massa monetaria - denaro fresco di stampa - finisce quasi tutto nei mercati finanziari. I titoli e gli attivi finanziari crescono e sono cresciuti quasi ininterrottamente durante gli ultimi 11 anni in parallelo con questo fenomeno: stampa di moneta e Quantitative Easing (acquisto di titoli da parte delle banche centrali). Anche il rimbalzo immediato delle borse in seguito al rapido crollo del Marzo 2020 si spiega in questo modo.

La crescita di valore dei titoli azionari è un'opportunità come vediamo più avanti. E non è l'unica.

Prezzi in calo - deflazione.

Senza approfondire l'argomento in questo articolo, sono sotto gli occhi di tutti gli effetti della tecnologia, dell'automazione e dell'intelligenza artificiale.

Beni e tecnologie di valore intrinseco crescente (un tempo impensabile) diventano facilmente accessibili a prezzi sempre più bassi. Smartphone potenti, computer, elettrodomestici, socializzazione online, accesso alle informazioni costano sempre meno, o sono gratuiti.

Servizi di grafica che un tempo richiedevano molto lavoro qualificato ora sono svolti da strumenti come Canva.

La tecnologia sta sostituendo attività umane nella consulenza legale, finanziaria, contabile, nella sanità, nel marketing, nella produzione industriale, nei servizi per fare solo alcuni tra innumerevoli esempi.

Il fenomeno dell'automazione sta provocando la conseguenza che il lavoro umano perde valore in moltissime aree del processo produttivo. L'effetto immediato è che lavoratori dipendenti e freelancers vedono stipendi e compensi ridursi, insieme al loro potere d'acquisto.

Nel mentre, questa classe di lavoratori non riceve il denaro fresco di stampa immesso dalle banche centrali.

La domanda di molti beni e servizi non essenziali - ripeto non essenziali - si riduce. Nessuno compra, i prezzi scendono.

Questo è un ulteriore motivo del calo dei prezzi e della deflazione in questa area dell'economia.

Beni e servizi essenziali - inflazione

Invece la domanda dei servizi essenziali, cibo, spese mediche, abitazione, affitti, asili, cresce, o sicuramente non si riduce.

Quindi abbiamo:

  • deflazione (calo dei prezzi) nei beni e servizi non essenziali e
  • calo dei redditi dei lavoratori dipendenti, e freelancers.

Ed abbiamo:

  • iperinflazione negli attivi finanziari, azioni e obbligazioni, perché le banche centrali immettono denaro nell'economia,
  • inflazione nei servizi essenziali perché la domanda di questi non si può ridurre.

Fino a che la dinamica si sviluppa in questo modo, la ricchezza si sposta.

Chi detiene attivi finanziari o può investire nei mercati finanziari migliora la sua situazione

Chi non conosce i mercati finanziari peggiora la sua situazione, perché detiene contanti e perde potere d'acquisto a ritmi vertiginosi.

Questa è la tassa occulta che qui stiamo rendendo meno occulta.

Chi ha redditi da lavoro dipendente o svolge attività autonome che verranno sostituite dall'intelligenza artificiale peggiora drasticamente la sua situazione e perde potere d'acquisto. Il suo reddito si riduce, e allo stesso tempo non può smettere di pagare l'affitto.  Probabilmente, tra molto poco, perderà completamente il suo reddito se non decide di cambiare qualcosa.

Arriva l'inflazione davvero

Le banche centrali non possono permettersi che la divergenza inflazione-deflazione descritta continui all'infinito. E devono fare in modo che una parte di questi soldi arrivi nelle mani della classe media e della classe meno abbiente.

Si sente sempre più parlare di UBI (Universal Basic Income) o helicopter money per questa ragione.

A quel punto però, ci possiamo attendere che l'inflazione si estenderà a tutte le aree dell'economia, inclusa quella dei beni e servizi non essenziali.

Ci saranno nuovi redditi finanziati dal settore pubblico e nuova domanda di servizi non essenziali. I prezzi saliranno.

Per continuare a finanziare queste iniezioni di denaro, e per pagare l'enorme debito pubblico accumulato, molti dei paesi più fragili (Italia), dovranno aumentare le tasse non occulte, le tasse che già conoscete molto bene.

In questo scenario si presentano tre soluzioni. Sono le stesse che io sto mettendo in pratica da anni.

  1. Salvo casi particolari liberarsi dei beni immobili (che legano e sono facilmente aggredibili)
  2. Possedere attivi finanziari che vi proteggono dal processo inflazionistico descritto: principalmente Bitcoin e Oro.
  3. Possedere attivi finanziari come azioni quotate che crescono e così partecipare alla crescita dei mercati
  4. Acquisire la residenza fiscale in un paese che lasci liberi di investire e gestire il proprio patrimonio, e lasci liberi da imposte eccessive sui propri redditi. (proteggersi dalle tasse non occulte)

Dite la vostra nei commenti.

Photo credits:  Luke Chesser on Unsplash and Haver Analytics.

>